IL PALAZZO DEL VICERE'

Titolo Originale: Viceroy's House
Paese: GRAN BRETAGNA, INDIA
Anno: 2016
Regia: Gurinder Chadha
Sceneggiatura: Paul Mayeda Berges, Gurinder Chadha, Moira Buffini
Produzione: DEEPAK NAYAR, GURINDER CHADHA, PAUL MAYEDA BERGES, BBC FILMS
Durata: 106
Interpreti: Hugh Bonneville, Gillian Anderson, Manish Dayal, Huma Qureshi

Delhi nel 1947, lord Mountbatten (Hugh Bonneville) si insedia nel palazzo reale inglese in qualità di ultimo viceré indiano dell’Impero coloniale britannico, insieme a lui anche la moglie, Edwina (Gillian Anderson), e la figlia. Mountbatten dovrà sovraintendere al passaggio dell’india da colonia a nazione indipendente e mediare il disaccordo sorto tra i due maggiori leader indiani: Jawaharlal Nehru, che desidera che l'India rimanga unita in un’unica nazione dopo l'indipendenza, e Muhammad Ali Jinnah, che invece vorrebbe creare due stati separati, uno musulmano e l’altro indù.  In questo difficile passaggio politico le vicende personali di alcuni degli abitanti del Palazzo si intrecciano con gli eventi storici e i loro drammatici risvolti.

Valutazioni
Valori e Disvalori 
 
I personaggi incarnano valori familiari e religiosi molto importanti.
Pubblico 
Tutti
Giudizio Tecnico 
 
A dispetto di una splendida e dettagliata riproduzione degli affascinanti costumi e di alcuni ambienti dell’epoca, purtroppo le ricostruzioni storiche degli eventi unite ai racconti personali dei personaggi risultano poco convincenti a causa di una sceneggiatura troppo incentrata sui dialoghi e poco sulle azioni

Nel Palazzo del Vicerè tre diverse culture si incrociano, quella britannica, quella indù e quella musulmana, ciascuna con i propri valori e tradizioni. Tutti sembrano riuscire a mantenere un certo equilibrio  in armonia fino al momento in cui la dominazione britannica non si tira indietro e l’intero sistema sociale va in crisi.

Il soggetto sembrerebbe assai interessante sia da un punto di vista storico che umano e sociale. Tuttavia il racconto delle vicende personali dei personaggi, pur volendo rappresentare la spiegazione concreta e il riflesso degli accadimenti politici sul vissuto umano, in realtà non riesce a legare bene con la raffigurazione degli eventi storici. I due aspetti del film, quello personale e quello storico, sembrano restare sempre troppo scollegati e nessuno dei due riesce davvero a chiarire l’altro.

Autore: Vania Amitrano


Share |