settimana dell'8 ottobre 2017

Blade Runner 2049

Era possibile replicare il successo-cult di Blade Runner del 1982? Possiamo dire che Ridley Scott, questa volta nelle vesti di produttore, c’è quasi riuscito. Le scenografie, che tanto avevano contribuito a costruire l’atmosfera del film capostipite, sono state rispettate e migliorate. La nuova storia si raccorda  alla precedente ma viene caricata di messaggi e significati che toccano l’essenza stessa dell’esistenza umana. Il messaggio arriva allo spettatore anche se attraverso un racconto troppo lungo, una certo eccesso verboso e, strano per un blockbuster, qualche scena  di disturbante violenza

Il cardinale Lambertini- FilmOro

Continua la nostra ricerca di film che possano costituire utili elementi di riflessione sulle virtù. In questo film del 1954, magistralmente recitato da Gino Cervi, ambientato in una Bologna della fine del ‘700, non appare facile svolgere la funzione di cardinale. Fra truppe occupanti spagnole, nobili che inseguono le loro ambizioni, giovani impregnati di idee illuministe pronti alla rivoluzione, rifulge la virtù della prudenza di un pastore  che si occupa dei poveri come dei ricchi e si prodiga perché prevalga la giustizia e la pace.

Ammore e Malavita

Una sceneggiata napoletana che strizza l’occhio al musical americano; attori che si divertono e ci fanno divertire; due attrici in stato di grazia come Serena Rossi e Claudia Gerini ma anche il “boss” Carlo Buccirosso; sono questi gli ingredienti più saporiti di questo film che mostra, pur con qualche eccesso di lunghezza, la vitalità di un certo cinema italiano  emergente.